Progetto Star Citizen?
9 maggio 2003 - 9 maggio...
10 Anni! Tanti Auguri Vie...
SiS Intro 10th Year
9 Anni di Gaming!
Vittorie su Battlefield 3...
NOVEMBRE 2018
LMMGVSD
2930311234
567891011
12131415161718
19202122232425
262728293012
3456789
 
eVo 1-3 Dettagli
Fuon 4-2 Dettagli
KA 1-3 Dettagli
EYE 2-2 Dettagli
AI 4-0 Dettagli
xF 1-3 Dettagli

Warning: in_array() [function.in-array]: Wrong datatype for second argument in D:\inetpub\vhosts\sis.gamesclan.net\httpdocs\index.php on line 218
Netgaming.it intervista Elias 17/03/2011 [indietro]
Scritto da Elias il 03-02-2013

Innanzitutto le domande di rito, raccontaci di te e anche del tuo team, i Silent Italian Shadows, con cui negli ultimi anni hai raggiunto risultati molto importanti, sia su Call of Duty che su Battlefield. Come è nata la passione per lo sparatutto bellico di Electronic Arts?
>>>I SiS sono una gaming community attiva dal 2003, non siamo una multi, ma un unico gruppo stabile che si dedica al gaming competitivo su FPS. Siamo partiti con Vietcong, poi JointOperations, Battlefield2 per arrivare infine a COD4 e BadCompany2. Su COD4 abbiamo raggiunto buoni risultati nel biennio 2008/2009, giocando EPS, EMS ottenendo poi vari piazzamenti in diversi tornei, anche in lan. La nostra passione per Battlefield risale al 2005, quando giocammo per una stagione a BF2, prevalentemente tornei italiani 8on8, raggiungendo sempre il podio alle spalle degli allora n1ce.it. Abbiamo atteso l'uscita di BadCompany 2 e, grazie alle innovazioni introdotte ed alla presenza delle nuova modalità nativa 4on4, abbiamo deciso di impegnarci seriamente.


La community italiana si è sempre divisa tra Battlefield e Call of Duty, sembra quasi che non esista un giocatore di FPS, semmai sembra che esista chi gioca su Battlefield e chi gioca su Call of Duty. Due mondi all'apparenza assai diversi ma che forse hanno molto più in comune di quanto sembri. Perchè secondo te molti player sono così restii ad avventurarsi nel panorama di Battlefield e che consigli daresti a un novizio?
>>>Battlefield e CallofDuty sono due declinazioni diverse del genere FPS, il primo è un large scale warfare game, il secondo è un gioco compatto. Non c'è una reale concorrenza tra i due giochi, Battlefield ha una dimensione in più, contiene i mezzi e mappe più grandi, CallofDuty invece è in classico gioco diretto e semplice, il suo successo è dovuto proprio all'immediatezza e all'assenza di troppi fronzoli. Battlefield in realtà ha un largo seguito, i numeri parlano chiaro, è molto giocato anche a distanza di anni, c'è una vasta community anche in Italia, in parte "sommersa", che gioca tornei a vari livelli di competitività. Da Battlefield 2 in poi la DICE ha voluto dare un taglio "infantry" al gioco, raffinando sempre di più l'importanza ed il feeling del gioco di fanteria, fino ad introdurre modalità compatte senza mezzi molto apprezzate nei tornei. Questa scelta ha di fatto aperto un ponte verso i player abituati ai giochi compatti, eliminando in parte uno dei motivi per cui un player è restio a giocare a Battlefield. Questa scelta ha anche permesso di vedere Battlefield come un gioco da competizione.


Di recente abbiamo assistito al Simple Milano organizzato da RedByte, per la prima volta dopo molto tempo un'organizzazione ha creduto nella community di Battlefield realizzando un evento LAN non indifferente. Come ha risposto la community e cosa pensi che possa significare per il futuro?
>>>La risposta è stata ottima, la scelta di Redbyte (che ringrazio a nome di tutti), supportata dagli admin di ESL, è stata ampiamente ripagata dalla community italiana. I team di BadCompany2 hanno dato vita ad una lan al pari di quella di CallofDuty4 o CounterStrikeSource come numeri e serietà. Fin dall'uscita di BadCompany2 noi SiS abbiamo puntato sulla modalità squad rush 4on4, questa scelta si è rivelata giusta, è un size facile da gestire, competitivo con le regole giuste ed adatto alle lan. Spero che per il futuro gli organizzatori di lan e tornei tengano ben presente la serie Battlefield.


Battlefield 3 si presenta come l'FPS definitivo su PC, DICE ha confermato che sarà la piattaforma di sviluppo principale e sono in serbo numerose sorprese per l'utenza PC da sempre snobbata in favore del comparto Console. Cosa è mancato secondo te agli ultimi capitoli per sfondare davvero a livello competitivo? L'introduzione del Battle Recorder potrebbe dare quel tocco in più in grado di raccogliere l'interesse dei tornei internazionali?
>>>Battlefield2 ha avuto un buon seguito competitivo, soprattutto a livello europeo. Il suo principale difetto è stata forse la mancanza di una modalità infantry apposita, studiata meglio, cosa che è stata corretta in BadCompany2. Quest'ultimo invece si porta dietro alcune grosse mancanze: la mancanza del demorecorder, dello spettatore e dei server locali. Nonostante tutto ciò, il supporto dato a questo gioco in Italia, soprattutto grazie ad ESL e Redbyte, è superiore a quello avuto da Battlefield2. Il nostro augurio è che Battlefield3 risolva questi problemi, anche grazie alle numerose richieste che la community internazionale ha fatto alla DICE.


Il Frostbite è stato il primo motore grafico ad introdurre una distruzione degli ambienti realistica e il suo successore sembra riuscire ancora meglio in questa direzione. Al di là della mera resa grafica come ha influito sul gameplay di Bad Company 2 e come influirà secondo te su Battlefield 3?
>>>L'ambiente distruttibile è forse l'unica vera grande novità introdotta in un FPS negli ultimi anni. L'engine Frostbite della DICE ha aggiunto una dimensione tattica al gioco sia in fun che in clan war. Il fatto di poter pianificare la distruzione di un muro, di un tetto o di una intera casa, oltre ad essere divertente, è una variabile tattica molto interessante persino nelle modalità infantry come lo squad rush e non disturba affatto il gioco, provare per credere! Su Battlefield 3 vedremo questa caratteristica ulteriormente migliorata, sono certo che sarà entusiasmante.


Ti ripropongo la stessa domanda che abbiamo fatto più volte sul nostro portale, cosa manca al Netgaming italiano per decollare e cosa ne pensi della situazione attuale?
>>>La sinergia, i vari attori devono collaborare. Il gaming in Italia è immaturo e povero di risorse, litigare per una torta che quasi non c'è non ha alcun senso, molto meglio collaborare per vedere se si può creare qualcosa per il futuro. E' un appello che faccio a tutti i soggetti, da ESL a Redbyte, da Progaming e Netgaming.it, collaborate mettendo da parte i piccoli interessi personali. L'altro appello che vorrei fare è ai player: partecipate numerosi alle lan, anteponete la partecipazione ai risultati, fate dei team seri e stabili, così aiutate veramente il gaming.


Noi di Netgaming.it ti ringraziamo e speriamo di poter tornare presto a parlare di Battlefield e della sua community sulle nostre pagine, se vuoi salutare o ringraziare qualcuno questo è il tuo momento!
>>>Ringrazio prima di tutto Netgaming.it per questo spazio, credo in questo portale e spero continui migliorandosi sempre più. Saluto e ringrazio tutti miei compagni di clan che mi seguono da anni divertendosi, con impegno e serietà.

URL originale: http://www.netgaming.it/news/battlefield-is-back-intervista-a-elias-dei-sis/
 
GamesClan.it

 
 

 










Data: 24-12-2014
Sezione: BF:Bad Company 2
Autore: Elias
SiS vs. QuiD
Risultato: 9-13
Data: 02-04-2008
Torneo: ESL EPS
Modalità: SD
Progaming.it intervista E...
Netgaming.it intervista E...
ClanWar Importanti dei Si...
Cosa Dicono di Noi
Networking Client-Server...
SiS GameServers Monitorin...
Tutorial: CSS Plugin
Tutorial: IRC
Tutti gli Articoli
-SiS- Forum
AS Airborne Gaming
AS OX-Gaming
AS Udine Gaming
Battlefield Italia Net
ClanBase.com SiS COD4
ClanBase.com .hs team
ClanBase.com SiS clan
ClanBase.it
COD4/IT
EA Battlefield Blog
ESL.eu SiS clan
eSports4all
G4P Game for Prize
GameMonitor
GamesClan
Inferno eSports
ITN intervista i SiS
Konkuri
Liquid Quake Clan
Netgaming.it
PG.it Intervista i SiS
ProGaming Italia
Pure Pwnage
R!OT Gamers
Refresh Gaming
SiS on Facebook
Special Forces
Steam Stats
Team Impact
Team Made In Italy
TS Viewer SiS
VideoGames Release
Vietcong ITALIA
Xjao Clan